Consiglio Internazionale per la Diplomazia e la Giustizia-ESTRATTO COSTITUZIONALE- Consiglio Internazionale per la Diplomazia e la Giustizia

Consiglio Internazionale per la Diplomazia e la Giustizia

 

ESTRATTO DA STATUTO COSTITUZIONALE
 

Membri

In ogni Stato e Organizzazione può essere costituita una Delegazione del C.I.D.G. a qualsiasi livello, squisitamente sul piano diplomatico.
 

Struttura

Il Consiglio Internazionale per la Diplomazia e la Giustizia si avvale, al suo interno, di un vero e proprio “Consiglio Internazionale” che è così articolato:
 

Camera Alta

La Camera Alta è formata da membri designati Senatori ai quali spetta, al suo interno, il titolo di Senatore della Camera Alta.

L’Accesso alla Camera Alta è consentito esclusivamente ai Parlamentari e Diplomatici di Stato, a Personalità Governative, ad alti membri di Enti di Diritto Internazionale (ONU, NATO, OSCE, OUA, etc.), di Organizzazioni Internazionali ed Intergovernative riconosciute, ivi compresi coloro i quali abbiano già ricoperto tali cariche in dette Istituzioni nonché personalità di rilievo della scena internazionale, come premi Nobel, scienziati internazionali, ecc… che abbiano compiuto il quarantesimo anno di età.

L'accesso alla Camera Alta del C.I.D.G. avviene oltre che su domanda dell’interessato, a richiesta ufficiale della Nazione interessata alla candidatura, o, in via eccezionale, su impulso formale, da parte del Presidente del C.I.D.G. previo parere del Consiglio Supremo di Presidenza.

L'ingresso è consentito esclusivamente a tutti i soggetti, i quali avendone i requisiti specifici sopra citati, presentino formale richiesta scritta della candidatura e la loro ammissione sarà sottoposta al voto favorevole della maggioranza dei componenti il Consiglio Supremo (Direttivo) di Presidenza, mentre in caso di parità prevarrà il voto del Presidente.

Tutti gli eletti durano in carica cinque anni e possono essere riconfermati per le future elezioni.

Il membro Senatore della Camera Alta avrà la facoltà di fregiarsi del titolo del C.I.D.G., e dell’uso del logo nell'esercizio della propria professione e delle proprie relazioni (ove ciò non sia vietato da norme territoriali).

Questa alta concessione obbliga il membro, a tenere un comportamento ispirato alla massima serietà sia nell’attività professionale sia nella vita privata tale da non ledere in alcun modo l’onorabilità ed il buon nome del C.I.D.G.
 

Camera Bassa

La Camera Bassa è formata dai membri definiti Deputati, ai quali spetta, all’interno della Istituzione il titolo di Onorevole.

Anche l’accesso alla Camera Bassa è consentito esclusivamente a persone che siano in possesso dei medesimi requisiti richiesti per l’ingresso alla Camera Alta ed avviene con le medesime formalità previste per la predetta Camera, unica differenza è il limite dell’età che è fissato nel compimento del ventunesimo anno.

Per tutti gli eletti, a questa Camera, valgono le medesime norme previste per la Camera Alta sia in relazione alla durata dell’incarico, sia alle facoltà concesse e sia ai doveri ed obblighi comportamentali derivanti dall’incarico.
 

Assemblea Consiliare

L’Assemblea Consiliare è formata da membri ai quali spetta, al suo interno, il titolo di Consigliere.

L’accesso all’Assemblea Consiliare del C.I.D.G. è consentito esclusivamente a coloro i quali sono in possesso di un corposo e valido curriculum vitae, come professionisti, funzionari, dirigenti, ufficiali, manager, ecc.…, e le formalità richieste sono le medesime previste per le altre Camere fatta eccezione per l’età che richiede il compimento del diciottesimo anno.

Anche per gli eletti all’Assemblea valgono le medesime norme previste per le Camere sia in relazione alla durata dell’incarico, sia alle facoltà concesse e sia ai doveri ed obblighi comportamentali derivanti dall’incarico.
 

Corpo Diplomatico

Il Corpo Diplomatico (C.D. del Consiglio Internazionale per la Diplomazia e la Giustizia - I.C.D.J. International Council for Diplomacy and Justice), è costituito, riconosciuto ed opera esclusivamente all’interno stesso dell’Organizzazione.

Sono membri del Corpo Diplomatico interno coloro che ricoprano od abbiano avuto lo status diplomatico di un qualsiasi Paese del Mondo ed i membri del C.I.D.G. nominati espressamente dal Consiglio di Presidenza con le medesime formalità di votazione previste per le altre cariche del Consiglio Internazionale ed in particolare tutti i membri ufficialmente accreditati sul piano diplomatico internazionale.

Il Corpo Diplomatico è formato, inoltre, da alcuni dei Senatori, Deputati e Consiglieri, che rivestono la funzione di Ambasciatori Straordinari o at Large, Ministri Plenipotenziari o at Large, Incaricati d’Affari o at Large, Delegati, Consiglieri Diplomatici e Addetti al Cerimoniale. In particolare, fatta eccezione per coloro che abbiano ricoperto o ricoprano attualmente dette funzioni presso lo Stato italiano o altre Nazioni del Mondo, alle predette alte cariche di Ambasciatore, Ministro Plenipotenziario, Incaricato d’Affari, ecc. di cui sopra, si accede solo per particolari meriti acquisiti nel campo diplomatico, sociale, imprenditoriale e professionale o per il riconoscimento di un particolare apporto in favore dell'Organizzazione su giudizio insindacabile del Consiglio di Presidenza.

Le persone in oggetto dovranno disporre di un Ufficio di rappresentanza, nel quale dovranno esporre gli emblemi del C.I.D.G. ed intrattenere tutti i rapporti e le funzioni relative all’Organizzazione (così come avviene per gli Ambasciatori, i Consoli ed Consoli On. delle altre Nazioni).

Il Corpo Diplomatico del C.I.D.G. da, su richiesta, pareri al Presidente in materia di rapporti con gli Stati ed Organismi, opera in sinergia e sotto il diretto controllo con il Dipartimento per gli Affari Esteri, al fine di realizzare iniziative atte a favorire una sempre maggiore comprensione tra i Popoli.

Le persone a cui sarà concessa la qualifica di C.D. del C.I.D.G.-I.C.D.J., avranno l’obbligo di collaborare alle finalità del C.I.D.G., e di mettersi a disposizione per la realizzazione dei progetti elaborati dall’Organizzazione, al fine di contribuire al raggiungimento delle finalità istituzionali.

Il membro del Corpo Diplomatico, avrà la facoltà di fregiarsi del titolo di C. D. (dell’International Council for Diplomacy and Justice), e dell’uso del logo nell’esercizio della propria attività e per le proprie relazioni interpersonali (ove non sia vietato da norme territoriali).

Anche per queste funzioni vige l’obbligo, per il membro, di tenere un comportamento ispirato alla massima serietà sia nell’attività professionale sia nella vita privata tale da non ledere in alcun modo l’onorabilità ed il buon nome del C.I.D.G.

Il C.I.D.G., in occasione della concessione dei suddetti incarichi si riserva la facoltà di organizzare la celebrazione dell’evento in modo particolarmente solenne, sia in Italia che all’Estero, alla presenza di esponenti del mondo diplomatico, imprenditoriale, politico, artistico, professionale e culturale.
 

Adesioni

Senatori, Deputati, Consiglieri, tutti eletti dal Consiglio di Presidenza, contribuiscono a formare il Consiglio Internazionale per la Diplomazia e la Giustizia e ciascuno di essi, dovrà partecipare alle varie operazioni ed attività organizzate dal C.I.D.G onde perseguire la realizzazione delle finalità previste dallo Statuto.
 

Gratuità delle Cariche

Tutte le cariche dei membri in seno al C.I.D.G.-I.C.D.J., sono assunte esclusivamente a titolo gratuito e volontario.
 

Documenti e Forniture di Riconoscimento dei Membri

Il C.I.D.G. può rilasciare ai propri membri, al pari di altre organizzazioni similari, secondo i criteri e le cariche ricoperte, gli accrediti e le convenzioni, normali documenti di appartenenza e forniture varie.

Tutte le forniture concesse sono date in comodato e restano di proprietà dell’Organizzazione e servono come mezzo di riconoscimento, esclusivamente, all’interno stesso del C.I.D.G., fatto salvo in caso di specifiche convenzioni particolari tra le parti.

Pertanto i suddetti potranno essere adoperati per esercitare la propria funzione di riconoscimento in caso di formale missione, presso le Nazioni ed Organizzazioni che intrattengono con il C.I.D.G. normali relazioni diplomatiche e politiche “de facto e/o de jure”, nonché in caso di specifici accordi bilaterali, convenzioni e agevolazioni particolari stipulate (Società, Strutture, Enti, Imprese, Associazioni, Facoltà Universitarie, ecc.).
 

Convenzioni Internazionali

Tutti i membri del C.I.D.G. possono utilizzare agevolazioni e privilegi derivanti dal Diritto Internazionale o da Convenzioni Internazionali, ed anche, solo se ciò è previsto, da accordi bilaterali e/o da specifiche convenzioni. In modo particolare in tutti gli Stati che eventualmente intrattengono con il C.I.D.G., “de facto e/o de jure” normali relazioni diplomatiche e consolari e politiche (Convenzioni di Vienna 1961-1963).

In ogni Stato e presso ogni Organizzazione Mondiale, può essere aperta una Delegazione del C.I.D.G., essenzialmente Diplomatica in presenza di convenzioni particolari. Conseguentemente ogni Stato ed Organizzazione possono di loro iniziativa o dietro richiesta formale del C.I.D.G., concedere in comodato gratuito un immobile o una dipendenza di esso idoneo ad esercitare le funzioni ed i compiti derivanti dalla convenzione in oggetto.

Ogni Stato od Organizzazione che ospita una Delegazione o un Delegato del C.I.D.G., è tenuto, a norma del Diritto Internazionale, a garantire l’incolumità fisica e morale dei suoi appartenenti.
 

Rappresentanze Politiche e Diplomatiche nel mondo

Il C.I.D.G. vanta un gran numero di rappresentanti in tutto il mondo. Questi, come già sopra riportato, sono nominati dal Presidente Internazionale, dopo essere stati votati dal Consiglio di Presidenza. Essi hanno il compito, ove possibile, di intrattenere rapporti diplomatici e politici nel proprio Stato, nonché di promuovere e sensibilizzare Governi e cittadini delle Nazioni di appartenenza, tramite la promozione degli scopi e funzioni contemplate della Carta Costituzionale della Organizzazione rappresentata, inoltre provvederanno a fornire assistenza ai membri della stessa ivi residenti o di transito nel proprio Paese.
 

Accrediti

Il Presidente del C.I.D.G., ove ricorrono i presupposti e sussistano le convenzioni, ha facoltà di accreditare a tutti i livelli e principalmente sul piano diplomatico, presso altre Organizzazioni, Nazioni, Governi, Sedi Diplomatiche, Enti, Associazioni, etc., propri rappresentanti con la qualifica di Ambasciatori Straordinari o at Large, Ministri Plenipotenziari o at Large, Incaricati d’Affari o at Large, Delegati, Consiglieri Diplomatici e Addetti al Cerimoniale.
 

Altre Cariche della Struttura

Oltre alle categorie dei membri già riportato, il Presidente del C.I.D.G. si avvale di un Consiglio politico, diplomatico e tecnico, composto da diversi Consiglieri. I membri del C.I.D.G. che concretamente si distinguono nell’attività dell’Organizzazione, possono altresì essere nominati dal Presidente, sentito il Consiglio di Presidenza, quali:

Ambasciatori Straordinari o at Large, Ministri Plenipotenziari o at Large, Incaricati d’Affari o at Large, Delegati, Consiglieri Diplomatici, Addetti al Cerimoniale, Consiglieri Tecnici e altro.

Tutti i Consiglieri appartenenti alle varie categorie: Ambasciatori, Ministri Plenipotenziari, Incaricati d’Affari, Delegati ecc…, continueranno a far parte delle rispettive Camere di appartenenza (Camera Alta e/o Camera Bassa), nonché dell’Assemblea Consiliare.
 

Dipartimenti della Struttura

Il C.I.D.G. per raggiungere le proprie finalità contemplate dalla sua Carta e Statuto Costituzionale, si avvale inoltre di suoi Dipartimenti specifici interni.

I suoi Dipartimenti fondamentali sono:

- Dipartimento Esecutivo: (Composto dalla Camera Alta dei Senatori, dalla Camera Bassa dei Deputati e dalla Camera Legislativa dei Consiglieri Membri);

- Dipartimento Affari Generali: (Composto dei vari Dipartimenti, relativi ai settori specifici che interessano gli scopi del C.I.D.G. e possono essere dislocati in diverse Nazioni).

Ogni Dipartimento è presieduto da un Segretario;

- Dipartimento per gli Affari Esteri; Dipartimento per gli Affari della Moda e Spettacolo; Dipartimento per gli Affari del Turismo e Sport; Dipartimento Antifrode e Sicurezza Strategica; Dipartimento per le Aggregazioni ed Incorporazioni; Dipartimento per la Condizione Femminile e Difesa della Gioventù; Dipartimento per la Cooperazione Diplomatica Internazionale; Dipartimento per il Coordinamento delle Relazioni Diplomatiche e di Politica Internazionale tra gli Stati; Dipartimento per il Coordinamento delle Pubbliche Relazioni Internazionali; Dipartimento per la Difesa dei Diritti degli Animali; Dipartimento per la Difesa e il Rispetto dei Diritti Umani; Dipartimento per la Difesa dei Diritti degli Stranieri; Dipartimento per gli Interscambi Culturali e Scientifici; Dipartimento per la Difesa della Legalità e della Trasparenza; Dipartimento per la Prevenzione e Difesa nelle Calamità Naturali e Sociali; Dipartimento per i Problemi Culturali, dell’Istruzione e dell’Università; Dipartimento per i Problemi della Giustizia e dell’Ordine Pubblico; Dipartimento per i Problemi Economici e Finanziari; Dipartimento per i Problemi dell’Industria, Commercio, Artigianato; Dipartimento per le Pubbliche Relazioni Internazionali Culturali, Artistiche e Promozionali dell’Arte; Dipartimento per i Problemi Etnici, Religiosi e Razziali; Dipartimento per la Protezione della Vita per gli Affari Sociali; Dipartimento per i Problemi dell’Alimentazione, delle Agricolture e del Patrimonio Boschivo; Dipartimento per i Problemi dei Trasporti e delle Infrastrutture; Dipartimento per i Problemi del Lavoro e dell’Occupazione; Dipartimento per i Problemi Militari e della Difesa Internazionale; Dipartimento per le Questioni Ecologiche e di Bonifica; Dipartimento per le Questioni del Terzo Mondo; Dipartimento per le Questioni Africane; Dipartimento per le Questioni Americane; Dipartimento per le Questioni Asiatiche; Dipartimento per le Questioni Europee; Dipartimento per le Questioni Indiane; Dipartimento per le Questioni del Medio Oriente; Dipartimento per i Rapporti e le Collaborazioni con i Parlamenti Nazionali; Dipartimento per le Scienze e le Tecnologie; Dipartimento per il Servizio delle Telecomunicazioni, Informazioni e Stampa; Dipartimento per le Radiocomunicazioni Alternative di Emergenza Dipartimento per la Tutela del Patrimonio dei Beni Culturali, Storico Artistici e Ambientali Patrimonio dell’Umanità; Dipartimento per la Tutela della Ricerca Scientifica, Sanità Pubblica e Difesa della Salute; Dipartimento per i Problemi di Ecologia e Tutela Ambientale.

Nonché tutti quegli altri Dipartimenti che dovessero ritenersi necessari per il raggiungimento degli scopi contemplati della sua Carta Costituzionale.
 

Consiglio Supremo (Direttivo) della Presidenza

Il Consiglio Supremo di Presidenza regola la vita del C.I.D.G., si riunisce ogni qualvolta vi è necessità di assumere deliberazioni. Queste sono valide se vi è la maggioranza dei componenti fisicamente presenti o mediante videoconferenza.

In caso di motivata urgenza e gravità il Presidente del C.I.D.G. può, di sua iniziativa, porre in essere tutti quelli atti urgenti nell’interesse del C.I.D.G., salvo poi mettere l’argomento all’ Ordine del Giorno, per la ratifica, alla prima riunione successiva. Compongono il Consiglio di Presidenza i membri fondatori dell’Organizzazione, ossia quei membri che hanno fondato tramite l’Atto Costitutivo il C.I.D.G., nonché tutti quelli altri membri che saranno ufficialmente cooptati e accreditati dallo stesso Consiglio di Presidenza.

Tutti i membri fondatori del C.I.D.G. restano, come da Statuto, membri a vita del Consiglio Supremo di Presidenza.

Il Consiglio Supremo di Presidenza è investito dei più ampi poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione del C.I.D.G.


Cariche all’interno del Consiglio Supremo di Presidenza

Il Presidente del C.I.D.G., ha pieni poteri per rappresentare in tutte le Nazioni del Mondo l’Organizzazione, amministrarlo, custodire i suoi archivi e designare il luogo per le riunioni e di modificare la sede principale e di costituire eventuali sedi secondarie. Ha il potere di convocare sia in caso di motivata urgenza sia in caso di ordinaria necessità il Consiglio Supremo di Presidenza, l’Assemblea Generale dei Membri, ed istituire Delegazioni e sedi secondarie in tutte le Nazioni, cosi come per conferire incarichi e/o dignità di qualsiasi tipo.

Il Presidente (sentito il parere del Consiglio Supremo di Presidenza), con apposito suo Decreto, può nominare come Senatori (Camera Alta), Deputati (Camera Bassa), Consiglieri (Assemblea Consiliare), Presidenti, Vice Presidenti, Segretari Generali, Gran Cancellieri Internazionali, Onorari e non: Ambasciatori e/o at Large, Ministri Plenipotenziari e/o at Large, Incaricati d’Affari e/o at large, Consiglieri e Delegati scelti tra quelle personalità che si siano resi altamente meritevoli per la loro attività di promozione e difesa della libertà democratica, della giustizia, della sicurezza sociale, della pace, del rispetto dei diritti umani, delle relazioni diplomatiche e si siano fattivamente e concretamente adoperati in favore del C.I.D.G. e per di tutti gli altri scopi contenuti nella Carta Costituzionale.
 

Provvedimenti disciplinari verso i membri

Il Membro Senatore, Deputato e Consigliere del C.I.D.G., può essere oggetto dei seguenti provvedimenti disciplinari da parte del Consiglio di Presidenza:

- Ammonimento

- Censura

- Sospensione cautelare

- Radiazione.

Per quanto attiene alla graduazione della irrogazione dei provvedimenti disciplinari o per il ricorso all’Autorità Ordinaria degli Stati ci si riporta a quanto meglio specificato nel Regolamento di attuazione.

Ove ricorrano più gravi presupposti il soggetto può essere perseguito penalmente e civilmente presso le Autorità Nazionali degli Stati.
 

Cessazione di appartenenza

L’appartenenza al Consiglio Internazionale cessa per:

1. dimissioni da trasmettersi formalmente per iscritto al Consiglio Direttivo della Presidenza del Consiglio Internazionale;

2. decesso, se persona fisica, ovvero per estinzione di persona giuridica;

3. espulsione che viene deliberata dal Consiglio Direttivo di Presidenza, per grave indegnità, per ingiustificata e continuata assenza ai Lavori del Consiglio Internazionale, per svolgimento di attività in contrasto con i fini del Consiglio Internazionale;

4. per morosità del versamento di quanto dovuto al Consiglio Internazionale.
 

Nomina dei Presidenti Onorari Internazionali

I Presidenti Internazionali ad honorem (h.c.) del C.I.D.G. devono essere persone di alta levatura morale, scientifica, sociale e professionale, nonché coloro i quali si siano fattivamente e concretamente adoperati per i fini sociali del C.I.D.G., sono nominati dal Consiglio Supremo di Presidenza, hanno il compito di collaborare con il Presidente e con il Consiglio Supremo, di adoperarsi per il buon nome e la crescita del C.I.D.G. sia sul piano nazionale che internazionale. I Presidenti Onorari possono partecipare ai lavori del Consiglio Direttivo di Presidenza ma solo con voto consultivo.

Gli stessi partecipano all’Assemblea Generale con voto deliberativo e restano in carica a tempo indeterminato.
 

Nomina dei Vice Presidenti Onorari Internazionali

I Vice Presidenti Internazionali ad honorem (h.c.) del C.I.D.G. devono essere persone di alta levatura morale, scientifica, sociale e professionale, nonché coloro i quali si siano fattivamente e concretamente adoperati per i fini sociali del C.I.D.G., sono nominati dal Consiglio Supremo di Presidenza, hanno il compito di collaborare con il Presidente e con lo stesso Consiglio Supremo, di adoperarsi per il buon nome e la crescita del C.I.D.G. sia sul piano nazionale che internazionale.

Gli stessi partecipano all’Assemblea Generale con voto deliberativo e restano in carica a tempo indeterminato.
 

Assemblea Generale e Conferenza Internazionale

L’Assemblea Generale Internazionale del C.I.D.G. è formata da tutti i membri in carica (Camera Alta dei Senatori e Camera Bassa dei Deputati) e dall’Assemblea Consiliare dei Consiglieri, è convocata con un congruo anticipo mediante comunicazione scritta cartacea o via e-mail dal Presidente, in via ordinaria ogni 2 anni e in via straordinaria ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario o su deliberazione del Consiglio di Presidenza.

Potrà avere luogo sia in Italia che su Territorio Estero.

L’Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero dei membri presenti.

Il Presidente presenta e illustra a tutti i membri il rendiconto, i progetti, le attività e quant’altro necessario all’attività dello stesso.

Le sedute dell’Assemblea Generale sono dirette dal Presidente o da chi ne fa le veci, coadiuvato dal Consiglio Supremo di Presidenza.

Nell’Assemblea Generale quando ciò è previsto, i membri tutti partecipano all'elezione dei rappresentanti presso il Consiglio Supremo di Presidenza.

Tutti i Membri Senatori, Deputati e Consiglieri, hanno diritto durante l’Assemblea di effettuare un breve intervento personale su argomenti oggetto dei Lavori dell’Assemblea Generale Internazionale.

Le deliberazioni dell’Assemblea Generale sono constatate dal verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

Sono valide le deliberazioni che ottengono la maggioranza dei voti presenti, purché non in contrasto con l’Atto Costitutivo e Statuto del C.I.D.G.

I membri hanno il diritto di partecipare all’Assemblea Generale, votare direttamente o per delega, di svolgere il lavoro preventivamente concordato e di recedere dall’appartenenza al C.I.D.G.

Ciascun aderente non può essere portatore di più di una delega.

Durante l’Assemblea Generale, il C.I.D.G. può organizzare una “Conferenza Internazionale sulla Sicurezza nel Mediterraneo o nel Mondo”, avendo sempre un argomento di attualità e d'interesse agli scopi riportati nella Carta Costituzionale.

Durante la Conferenza ogni membro ha diritto di portare un proprio intervento scritto politico-diplomatico, di esporlo all’Assemblea e depositarlo ufficialmente agli atti.

Tutti gli interventi scritti verranno pubblicati in un volume intitolato Atti del Congresso Internazionale del C.I.D.G.
 

Stemma - Emblema - Bandiera

Il nuovo Stemma - Emblema Bandiera del C.I.D.G. internazionalmente tutelato, è formato da una grande Aquila stilizzata di colore beige, bianca e verde scuro con all’interno le lettere I.C.D.J., di colore bianco, le quali sono le iniziali in lingua inglese “International Council Diplomacy Justice”.

Sulla parte alta dell’Aquila è posta una Stella a quattro punte di colore verde scuro. In alto al di sopra dell’Aquila è posta la scritta di colore verde scuro “International Council”, mentre in basso al di sotto dell’Aquila in senso circolare, è posta la scritta di colore verde scuro “For Diplomacy and Justice”.

Due rami di Alloro di colore verde scuro, intrecciati, circondano interamente lo Stemma

La Bandiera del CIDG ha il fondo di colore blu.
 

Uso delle insegne

Tutte le Sedi operanti del C.I.D.G., ufficialmente autorizzate dalla Presidenza Internazionale, sia sul Territorio Italiano che Estero, in conformità alle vigenti leggi nazionali o/e convenzioni, potranno esporre l’insegna identificativa del C.I.D.G..
 

Risorse economiche

Il C.I.D.G. trae le proprie risorse economiche per il funzionamento e lo svolgimento della propria attività da contribuiti derivanti da:

- Quote e donazioni dei propri membri

- Donazioni da privati e di imprese

- Organismi internazionali, donazioni e lasciti testamentari

- Rimborsi da specifiche convenzioni

- Sponsorizzazioni per iniziative specifiche, nel pieno rispetto delle finalità e dell’autonomia dell’organizzazione

- Attività culturali, ricreative, spettacolari, commerciali e produttive

- Manifestazioni a carattere promozionale e da partecipazioni ad esse

- Rendite di beni mobili ed immobili pervenuti al C.I.D.G. a qualunque titolo

- Enti e Istituzioni varie

- Spese per la fornitura di servizi di consulenza o di ricerca.
 

Adesioni, pagamento quote sociali, spese di cancelleria ed altri contributi necessari per la gestione, l'operatività ed il raggiungimento degli scopi sociali dell'Organizzazione

Sono considerati soci tutti i candidati che risultino eleggibili mediante nulla osta nelle elezioni interne i quali prima della nomina, siano esse persone fisiche che giuridiche, abbiano avanzato istanza di iscrizione accompagnata da curriculum vitae, certificato del Casellario giudiziale (uso riabilitazione), certificato dei carichi pendenti, documento personale di identità in corso di validità e sottoscritto l’impegno di osservare e rispettare lo Statuto, il Regolamento interno e tutte le disposizioni impartite dagli Organi preposti. I soci s’impegnano a svolgere in modo personale, spontaneo e gratuito le attività inerenti il loro incarico per la realizzazione degli scopi statutari quali meglio specificati dagli Organi Sociali e sono tenuti obbligatoriamente, in base alla Carta Costituzionale (art. 11), per gli anni successivi entro il 31 gennaio, al pagamento delle quote sociali, stabilite annualmente dal Consiglio Direttivo (cifra che per il primo anno sarà riportata nella domanda di adesione o comunicata via e-mail) sulla base della categoria alla quale l’associato appartiene nonché ai contributi per le spese generali di gestione ed operatività dell’Organizzazione e quelle di cancelleria. È possibile effettuare tale pagamento sia con carte di credito mediante il sito web istituzionale, entrando nella sezione donazioni e spese cancelleria, oppure mediante bonifico bancario richiedendo il codice Iban. Chi desidera altre metodiche potrà rivolgersi alla segreteria. Per gli associati nel ruolo d’Onore non sono previste quote ma sono bene accette elargizioni e donazioni.

Per i soci per i quali è previsto il pagamento della quota sociale ed accessorie, entro il 31 gennaio di ogni anno, trascorsi 30 giorni dalla data di scadenza, senza che le stesse siano state onorate, l’Associato si riterrà automaticamente dimissionario.

Il membro dimissionario ha l'obbligo tassativo di restituire immediatamente tutte le forniture ricevute, come documenti, tessere, credenziali, attestati, decreti, emblemi, adesivi e placche per automobile ed ogni altra cosa ricevuta, in quanto concessi in comodato d’uso e pertanto restano di proprietà assoluta dell’organizzazione.
 

Capitale sociale e responsabilità patrimoniale

Il capitale sociale è limitato ed è costituito esclusivamente dalle quote sociali.

Gli associati membri in quanto tali non assumono nessuna responsabilità patrimoniale solidale con il Consiglio Internazionale, salvo l’obbligo del versamento delle rispettive tasse e quote.